Organi istituzionali

 

Albo Pretorio

 

Normativa istituzionale

 

Info e modulistica

 

Siti di interesse

 



 

STORIA

 

Chiave votiva con scritta in osco
TUFILLO DAL IX-VIIIsec. A.C. AL XIV D.C.

Il territorio di Tufillo fu abitato nel periodo preromano dai frentani. L'insediamento primitivo era nei pressi di monte Farano, ora sito archeologico di rilievo.
Nel 1933, su Monte Farano, fu rinvenuta una chiave votiva sulla quale è incisa in lingua osca una dedica ad HERENTAS (Afrodite): “herettates : sum / agerllud” (sono di Herentas / da Agello).
Sempre nel territorio di Tufillo è stata rinvenuta una statuetta in bronzo raffigurante Giove giovanile o Ercole, particolarmente venerato fra le popolazioni frentane. Ciò fa supporre che il primo insediamento dev’essere localizzato sulla parte più alta del suo territorio, Monte Farano, metri 705 slm. continua...

 
La seconda guerra mondiale e i combattimenti a Tufillo
Dal 10 giugno 1940 all'8 settembre 1943
La notizia dell'entrata in guerra dell’Italia nel secondo conflitto mondiale giunse anche a Tufillo con i comunicati radio del 10 giugno 1940. Tra incredulità e preoccupazione, essa fu accolta dalla gente con fatalismo, come una sorta di prova obbligata attraverso cui si trattava di passare, magari il più in fretta possibile (come del resto le stesse autorità promettevano). Ma le cose andarono diversamente. Per ben tre anni i soldati italiani dovettero battersi, spesso in condizione di inferiorità, sui fronti della Francia (1940), dell'Africa Settentrionale e Orientale (1940-43), della Grecia, Albania e Jugoslavia (1940-43) e nella infausta tragica campagna di Russia (1941-1943), per rinviare una sconfitta che soltanto l’aiuto militare tedesco impedì che giungesse già dal 1941. E questo mentre l’intero paese era costretto ad una “economia di guerra” che aggravava le già precarie condizioni di vita di gran parte della popolazione. continua...


"MOSTRA ARCHEOLOGICA "CERCANDO HERENTAS"

Cercando Herentas" è il titolo della mostra che a Tufillo ospita i reperti più rappresentativi tra quelli rinvenuti sul vicino Monte Farano. Tra essi spicca una chiave di bronzo, che reca un'iscrizione in osco con dedica alla dea Herentas, una divinità italica assimilabile alla greca Afrodite. Le recenti indagini archeologiche, di cui la mostra presenta in sintesi i primi risultati, hanno consentito di individuare resti di capanne della prima età del ferro e di un insediamento, probabilmente sorto attorno al santuario di Herentas, che dal V secolo a.C. mostra continuità di vita almeno fino al II secolo d.C., confermando l'importanza strategica che dovette avere il sito nel panorama religioso e politico del territorio frentano prima e dopo la romanizzazione.


 
INFO E PRENOTAZIONI: Tel 0873956131-328115927
ORARI:
sabato dalle 16.00 alle 19.00
domenica dalle 9.00 alle 12.00
nei restanti giorni previa prenotazione

 

 

Piazza Marconi,2 66050 Tufillo(CH)
Tel: +39 0873956131 Fax: +39 0873956797